Blog

Centro medico: gli spazi ora devono essere affittati o acquistati

Inviato da:

La giunta ha dato mandato all’ufficio tecnico di preparare un bando per trovare qualcuno disposto ad affittare o a vendere al Comune i locali dove collocare gli studi medici che oggi sono al Centro commerciale “Le Ginestre”. Perché? Perché la ditta Foti, proprietaria dello stabile, ha ritirato la sua disponibilità a concedere tali spazi in comodato gratuito. Si sposteranno, quindi? Probabilmente no, visto che i requisiti stabiliti per scegliere gli spazi sembrano fatti su misura per tenerli dove sono.

Ovviamente, affittare o acquistare centinaia di metri quadrati avrà il suo costo. La risposta della maggioranza è: “Colpa vostra: se aveste approvato il progetto Centro Sportivo, quegli spazi sarebbero venuti gratis al Comune”. Non è vero. Primo, perché è stata la stessa ditta Foti a ritirare il progetto a fronte di un ricorso al TAR che, evidentemente, qualche ragione l’aveva. Secondo, perché in base a quel progetto quegli spazi sarebbero comunque stati lautamente pagati con i diritti concessi alla ditta Foti come contropartita.

La domanda che ci poniamo, però, è la seguente: considerato che il comune di Bizzarone non è né l’ASL né un imprenditore sanitario privato, è giusto che utilizzi soldi pubblici per finanziare un centro medico utilizzato da medici specialistici privati? La risposta che viene dalla maggioranza è: “Certo, per dare servizi ai cittadini”. Ma siamo sicuri che sia proprio così?

Non dimentichiamo che il Comune già possiede l’ambulatorio di via Roma, evidentemente sottoutilizzato. Servono davvero così tanti ambulatori comunali? Di nuovo: davvero si tratta di assicurare servizi essenziali ai cittadini?

0

Circa l'autore:

  Related Posts
  • No related posts found.